Articolo pubblicato su Varese7press il 17 settembre 2010

Al Parco Berrini di Ternate domenica lezioni gratuite di Tai Chi

Ternate (Va), 17 settembre 2010 – Un angolo di Oriente sul lago di Comabbio. Accade domenica 19 settembre , dalle 10 alle 18, nel parco Berrini di Ternate , dove si terrà la seconda edizione della " Festa del Tai Chi ", una giornata di lezioni gratuite aperte a tutti. "Si tratta di un'opportunità uni ca per chi ama questa disciplina marziale, ma anche per tutti coloro che la avvicinano per la prima volta – spiega Francesco Curci , insegnante di Tai Chi, fondatore della scuola " Energia e Forma " con sede proprio a Ternate e promotore dell'iniziativa, patrocinata dal Comune -. Abbiamo riunito una ventina di scuole , principalmente della provincia di Varese, per praticare insieme sulle rive del lago, scambiarci esperienze e offrire a gli allievi, effettivi o potenziali, l'opportunità di conoscere le diverse realtà sportive presenti sul territorio, così da potersi orientare nella scelta del percorso più adatto alle proprie esigenze". Ma l'evento organizzato da Energia e Forma non vuol fare semplicemente da vetrina. Chiarisce Curci: "Coinvolgiamo spesso i nostri allievi, e chiunque lo desideri, in momenti "ri-creativi" al di fuori della palestra . La pratica del Tai Chi, infatti, sottintende insegnamenti profondi che aiutano a sentirsi bene nella quotidianità. Ma poichè non è sempre facile passare dalla lezione alla propria realtà personale, teniamo molto a queste occasioni di incontro informali dove ci si confronta tra persone impegnate nello stesso percorso di crescita e dov'è più facile sperimentare e mettersi alla prova". Dietro la scelta di invitare altre scuole alla festa di domenica c'è, in fondo, lo s tesso spirito di collaborazione e confronto costruttivo , un vero smacco alla concorrenzialità sfrenata tipica della nostra società: "Uno de i principi basilari del Tai Chi insegna ad evitare le contrapposizioni dirette e a riconoscere che, negli altri, c'è sempre una parte di noi stessi e viceversa. Da ciò deriva un insegnamento fondamentale: se stia mo bene, facciamo felici anche chi ci sta vicino, così come il prenderci cura dell'altro ci rende sereni. Dunque fare Tai Chi equivale a prodigarci per il nostro benessere, ma è anche una forma di altruismo ", spiega Curci. La coralità di intenti tra scuole sarà sottolineata, in particolare, in due momenti della giornata, uno al mattino e l'altro al pomeriggio: "Ci disporremo tutti insieme a cerchio sul prato, insegnanti, allievi e principianti – annuncia Curci -. A turno, ogni maestro proporrà un esercizio e praticheremo tutti insieme. Ne verrà un'ampia lezione collettiva , dove ognuno potrà dare il proprio contributo e si faticherà a distinguere tra insegnante e allievo. Sarà un'occasione di profondo arricchimento tecnico, ma, soprattutto, interiore". La giornata prevede, inoltre, un fitto programma di esibizioni da parte delle varie scuole e di stage gratuiti offerti dagli insegnanti a chiunque vorrà partecipare: "Ricordo che il Tai Chi è un'arte marziale che prevede spinte e sbilanciamenti in forma leggera ed è, quindi, accessibile a tutti", sottolinea Curci . Oltre a scuole di Tai Chi, hanno risposto all'invito di Curci anche associazioni di Reiki, massaggi shiatsu e ayurvedici , che verranno dispensati gratuitamente a chiunque voglia approfittarne. Alle 15,30 si potrà assistere allo spettacolo di danza del ventre di Gazelle. E per chi trascorrerà l'intera giornata al parco, a pranzo sarà in funzione uno stand gastronomico.

Pin It